Alcuni film con tematiche di genere proposti dalla Rassegna del Fellini di Rozzano  
Per la selezione dei film si ringrazia il gruppo "Amici del Fellini" 
Sils Maria
Nazione: Francia
Anno: 2014
Genere: Drammatico
Durata: 124'
Regia: Olivier Assayas
Cast: Chloe Moretz, Kristen Stewart, Juliette Binoche, Brady Corbet
Data di uscita: Cannes 2014
Trama: Maria Enders è un’attrice di successo, la cui storia è raccontata nel rapporto stretto con Valentine, la sua assistente. Il debutto di una giovanissima Maria era avvenuto nel ruolo di Sigrid, giovane affascinante che trascina in rovina la matura e affermata Helena. Dopo 20 anni, è proprio questo ruolo che Maria si trova a dover interpretare, mentre Sigrid avrà il volto della supereroina dei teenager Jo-Ann. La narrazione affronta tematiche intime nell’attrice come l’insicurezza e la paura per l’età che avanza, come i dialoghi intensi con Valentine non fanno altro che evidenziare.  Il regista sfrutta il paesaggio regalando bellissime cartoline dai monti della Svizzera, specchio dell’animo di una donna chiamata a combattere contro lo scorrere del tempo e il desiderio.

Philomena
Nazione: Regno Unito
Anno: 2013
Genere: Drammatico
Durata: 98'
Regia: Stephen Frears
Cast: Judi Dench, Steve Coogan, Neve Gachev, Charlie Murphy
Data di uscita: Venezia 2013
Trama: Philomena è un’anziana donna irlandese a cui, da ragazza, è stato sottratto e poi dato in affidamento il figlio. A distanza di 50 anni decide di cercarlo e, tramite la figlia, chiede aiuto a Martin, un ex-giornalista recentemente vittima di uno scandalo mediatico, intenzionato a riprendere in mano la sua carriera. Superata l’iniziale diffidenza e finanziato da una rivista 'rosa', Martin parte con Philomena alla ricerca del figlio, in un viaggio che li porterà sino in America e rispolvererà una storia di ingiustizie a lungo tempo rimasta nell'ombra. Il tono del film è leggero e la cifra è l’ironia, la capacità di toccare argomenti scottanti in modo delicato, ma sempre con rispetto e lucidità.

The Help
Nazione: U.S.A.
Anno: 2011
Genere: Drammatico
Durata: 137'
Regia: Tate Taylor
Cast: Emma Stone, Viola Davis, Bryce Dallas Howard, Octavia Spencer
Data di uscita: Gennaio 2012 
Trama: Tratto dall’omonimo romanzo (in Italia tradotto semplicemente in L’aiuto) di Katryn Stockett, ormai best seller in tutto il mondo, ma pubblicato nel 2009 dopo tanti rifiuti, "The Help" racconta una storia di emancipazione femminile e razziale ambientata negli anni ’60 a Jackson nel Mississipi. Il punto di vista assunto è quello di una giovanissima giornalista che prova a scrivere un lungo articolo, poi libro, a proposito delle domestiche di colore che lavorano ogni giorno badando alla casa e crescendo i figli delle famiglie "bianche" della zona. Sono le tre protagoniste, Skeeter, Aibileen e Minny a muovere le fila del racconto, le loro ambizioni, delusioni e voglia di rivalsa, rese reali da attrici di grande bravura. 

The Lady - L'amore per la libertà   
Nazione: Gran Bretagna
Anno: 2011
Genere: Drammatico
Durata: 145'
Regia: Luc Besson. 
Cast: Michelle Yeoh, David Thewlis, William Hope, Martin John King
Trama: La storia vera di Aung San Suu Kyi, Premio Nobel per la Pace 1991 e 'orchidea d'acciaio' del movimento per la democrazia in Myanmar. Dopo l'assassinio del padre, leader della lotta indipendentista birmana, Suu cresce in Inghilterra e sposa il professore universitario Michael Aris. Quando nel 1988 il suo popolo insorge contro la giunta militare, Suu torna nel paese natale e inizia il suo lungo scontro diretto contro il potere assoluto dei generali.
La figura di Aung San Suu Kyi, paladina dei diritti democratici che per la libertà del suo paese e del suo popolo ha per oltre vent'anni sacrificato la propria libertà personale e gli affetti familiari è di certo una delle più toccanti e ammirevoli fonti d'ispirazione politica e umana degli ultimi decenni. 


Le donne del 6° piano
Nazione: Francia
Anno: 2011
Genere: Commedia
Durata: 106'
Regia: Philippe Le Guay. 
Cast: Fabrice Luchini, Sandrine Kiberlain, Natalia Verbeke, Carmen Maura
Trama: Un ritratto anticonformista del perbenismo degli anni Sessanta
Parigi, 1960. Jean-Louis Jobert conduce la sua piatta vita di esperto finanziario vivendo con la moglie Suzanne e ricevendo ogni tanto la visita dei due figli mandati a studiare in collegio. Nella soffitta (definirla mansarda costituirebbe un eufemismo) vive un gruppo di donne spagnole spesso maltrattate dalla portinaia. Jean-Louis non si cura di loro fino a quando la vecchia governante non si licenzia per divergenze con Suzanne. Viene assunta la nipote di una delle iberiche, Maria, appena arrivata da Burgos. Jean-Louis comincia ad interessarsi a lei e, per traslato, alla vita delle sue compatriote che decide di aiutare nelle loro difficoltà quotidiane.

Il matrimonio di Lorna
Nazione: Belgio, Gran Bretagna, Francia, Italia, Germania
Anno: 2008
Genere: Drammatico
Durata: 105'
Regia: Jean-Pierre Dardenne, Luc Dardenne. 
Cast: Jérémie Renier, Arta Dobroshi, Fabrizio Rongione, Alban Ukaj
Trama: Lorna è una giovane immigrata albanese a Liegi. Per ottenere la cittadinanza si è messa nelle mani del malavitoso Fabio. Costui le ha procurato un matrimonio con Claudy (un tossicodipendente) e Lorna ha ottenuto ciò che desiderava. Ora vorrebbe poter aprire un bar con il suo fidanzato Sokol che fa il pendolare da una frontiera all'altra. Per ottenere la somma necessaria deve però portare a compimento il piano di Fabio. Deve cioè poter ottenere un rapido divorzio per poter così sposarsi nuovamente. Questa volta con un mafioso russo che ha, a sua volta, bisogno della cittadinanza belga. Le procedure rischiano però di essere troppo lente e allora Fabio mette in atto la soluzione che già aveva in mente: elimina Claudy con un'overdose. Lorna mantiene il silenzio ma c'è qualcosa di nuovo nella sua vita.

Stella
Nazione: Francia
Anno: 2008
Genere: Drammatico
Durata: 102'
Regia: Sylvie Verheyde. 
Cast: Leora Barbara, Karole Rocher, Benjamin Biolay, Guillaume Depardieu
Trama: Francia, 1977. Stella, una ragazzina dei quartieri operai, viene ammessa a frequentare il primo anno di una prestigiosa scuola media, dove si trova come un pesce fuor d'acqua finché non conosce Gladys, la prima della classe, amica per errore e per fortuna.  Prima che Gladys le offra le parole che le mancano, Stella è cresciuta con i testi del juke-box, per casa un rumoroso bar di periferia e per famiglia una schiera di disadattati e alcolisti; presenze fisse (habitués) ma non propriamente mature, tra le quali spicca l'angelo buono (a nulla) di Guillaume Depardieu. Stella, della regista Sylvie Verheyde, è dunque il racconto di ciò che avviene quando una ragazzina spensierata e trascurata comincia a prendere coscienza che il suo mondo non è l'unico possibile, non è il migliore, forse non è nemmeno più quello che la fa felice. 

Caramel
Nazione: Francia, Libano
Anno: 2007
Genere: Commedia
Durata: 96'
Regia: Nadine Labaki
Cast: Nadine Labaki, Yasmine Al Masri, Joanna Moukarzel, Gisèle Aouad
Trama: A Beirut, alcune donne lavorano in un istituto di bellezza: Layale (Nadine Labaki), innamorata di un uomo sposato, Nisrine (Yasmine Al Masri), che sta per sposarsi e non sa come dire al futuro sposo che ha già perduto la verginità, Rima (Joanna Moukarzel), che non riesce ad accettare di essere attratta dalle donne, Jamale (Gisèle Aouad), ossessionata dall'età e dal fisico, e infine Rose (Siham Haddad), che ha sacrificato i suoi anni migliori e la sua felicità per occuparsi della sorella Lili (Aziza Semaan). Nel salone, tra colpi di spazzola e cerette al caramello, si parla di sesso e maternità, con la libertà e l'intimità propria delle donne. Nadine Labaki, insieme protagonista e regista del film, ci propone un indimenticabile affresco sulle donne. 

Volver - Tornare
Nazione: Spagna
Anno: 2006
Genere: Drammatico
Durata: 120'
Regia:  Pedro Almodóvar
Cast: Penelope Cruz, Carmen Maura, Lola Dueñas, Blanca Portillo, Yohana Cobo 
Trama: Raimunda, una giovane madre de la Mancha, trova rifugio dal suo passato a Madrid, dove vive col suo compagno Paco e la figlia adolescente, Paula. Durante un tentativo di abuso da parte del patrigno, Paula lo pugnala a morte. Scoperta la tragedia, Raimunda 'abbraccia' la figlia e la legittima difesa, coprendo l'omicidio e occultando il cadavere. Questo evento disgraziato rievoca fantasmi dolorosi e mai svaniti. Dall'aldilà torna Irene, sua madre, a chiederle perdono e a riparare la colpa.

Moolaadé
Nazione: Senegal
Anno:  2004
Genere:  Drammatico
Durata:  117'
Regia:  Ousmane Sembene
Cast:  Fatoumata Coulibaly, Maimouna Hélène Diarra, Salimata Traoré
Data di uscita:  08 Marzo 2006 (cinema)
Trama: Nelle profondità dell'Africa, sei bambine scappano in un villaggio per sottrarsi all'escissione (la Salindé), il rito della purificazione, che altro non è che l'atroce pratica dell'infibulazione.
Due muoiono buttandosi in un fosso, mentre quattro di esse cercano ospitalità presso la casa di Collé Ardo che legata all'antica legge del diritto d'asilo (il Moolaadé), le accoglie e protegge, scatenando un aspra lotta tra i valori tradizionali e le volontà riformatrici di un gruppo di donne sempre più informate ed emancipate.

La sposa siriana
Nazione: Israele, Francia, Georgia
Anno: 2004
Genere: Drammatico
Durata: 93'
Regia: Eran Riklis
Cast: Hiam Abbass, Makram J. Khoury, Clara Khoury, Ashraf Barhoum
TRama: Mona, giovane donna originaria del Golan, sta per convolare a nozze combinate con un cugino siriano conosciuto solo per via epistolare. La felicità per l'evento, già di per se relativa, è soffocata dal fatto che una volta lasciato il Golan, occupato da Israele, non potrà più tornarvi né di conseguenza rivedere la propria famiglia. La ragazza verrà accompagnata al confine, per l'ultimo sofferto saluto, dal padre, attivista filo-siriano diffidato dalle forze di polizia locali, e dai fratelli, in fuga dalla cultura oppressiva e totalizzante dei propri luoghi natali. 
Il confine tra Siria e Israele è terra bruciata tra etnie, gap neutrale dove ha voce solo la burocrazia militare: una girandola di umori e temi, infiammata dal contrasto tra i tempi che corrono e un ambiente conservatore, evidenzia scontri e contraddizioni da sempre presenti in corrispondenza di simili conflitti territoriali e ideologici. 

Ti do i miei occhi
Nazione: Spagna
Anno: 2003
Genere: Drammatico
Durata: 116'
Regia:  Icíar Bollaín
Cast: Luis Tosar, Laia Marull, Candela Peña, Rosa María Sardá 
Trama: Premiato al Festival di San Sebastian e vincitore di 7 Goya (gli Oscar spagnoli) un ottimo film sulla violenza domestica e sul rapporto non paritario uomo-donna.  Passione e disperazione, gelosia e istinto di possesso, sconforto e desiderio di riscatto mirabilmente descritti da una sceneggiatura intelligente e da una regia ammirevolmente essenziale e asciutta, sobria e incisiva. Pedro Armocida sottolinea giustamente come “il tema dei maltrattamenti in famiglia sia toccato in maniera originale, cercando di asciugare il più possibile il film dalla rappresentazione nuda e cruda della violenza. C’è una sorta di insopportabile suspense, di attesa della violenza, proprio come può capitare nella realtà alle donne in queste condizioni”. Pugni e schiaffi non si vedono mai: “immaginare è peggio che vedere”.

Caterina va in città
Nazione: Italia
Anno: 2003
Genere: Commedia
Durata: 90'
Regia: Paolo Virzì. 
Cast: Sergio Castellitto, Alice Teghil, Margherita Buy, Claudio Amendola
Trama: Caterina, tredicenne figlia di un professore di filosofia fallito e di una casalinga repressa, lascia la provincia con la famiglia e si trasferisce a Roma. Qui, si inserisce con disinvoltura nella vita cittadina, divisa fra l'amicizia con la figlia di un sottosegretario fascistoide e quella con la figlia di due "alternativi" sinistroidi.
Virzì, dopo i tentennamenti e la mezza delusione di My name is Tanino, torna con vigore al suo territorio prediletto, quello della commedia a sfondo sociale e politico. In questo caso la posizione è un po' sfumata, e meno definita che in precedenza: al centro della vicenda, infatti, non è più la lotta di classe o le amarezze della classe operia, ma la vacuità di valori di una gioventù che non sa più a cosa appigliarsi, dato che neppure i genitori offrono certezze condivisibili.